A.D.I.

La comunicazione col malato e la famiglia.

In Hospice come a casa, la collaborazione con i familiari è incessante, fondata su una comunicazione “esperta”, orientata a stabilire una vera relazione d’aiuto. In tal modo, il gruppo dei curanti si propone come un reale punto di riferimento per il malato e chi lo assiste per tutte le problematiche e i bisogni che insorgono. La base della piramide delle priorità in cure palliative è rappresentata, infatti, da un’alleanza di cura che garantisca  il necessario impegno “globale” verso le necessità tipicamente sanitarie, senza trascurare le esigenze sociali, psicologiche e spirituali del malato inguaribile in fase avanzata di malattia e dei suoi cari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...